Maturità in corsia: la storia di Francesca

Dona il tuo 5xmille C.F. 97329310151

800.90.41.81


Vi presento Francesca, una ragazza di 19 anni che vive a Pozzallo, in Sicilia. Francesca si è diplomata in Scienze Umane lo scorso giugno, ma il suo ricordo dell’esame di maturità sarà diverso da quello dei suoi amici. Francesca infatti ha frequentato il suo quinto anno in ospedale ed è lì che si è diplomata!

Per lei e per tanti altri studenti malati di cancro che non possono più frequentare la scuola nella propria città, la scuola in ospedale rappresenta l’opportunità di non perdere un anno scolastico, di non restare indietro e soprattutto di guardare al futuro in momenti della vita in cui tutto è incerto. Abbiamo conosciuto Francesca nel reparto di Onco-ematologia del San Matteo di Pavia e lei, sorridente e un po’ timida, ci ha raccontato come ha affrontato questa prima importante tappa.

È la sua seconda esperienza di scuola in ospedale: infatti ha dovuto frequentare tra le corsie anche il terzo anno scolastico. Ha un ottimo ricordo di tutti i professori che ha conosciuto perché con loro si è creato un legame al di là dello studio: sono diventati degli amici, delle persone con cui confidarsi.

Spesso è come avere dei professori che fanno lezioni private”, ci racconta, “si adattano alle tue esigenze e ti aiutano nelle materie in cui hai più carenze, riescono a seguirti meglio e sono gentilissimi, non ti giudicano”.

 

Francesca


Nel corso dell’anno Francesca ha sempre mantenuto i contatti con i suoi compagni di classe in Sicilia. Sentiva la mancanza non tanto della scuola di per sé, quanto della quotidianità, delle amicizie, delle uscite dopo la scuola o al sabato sera. È stato fondamentale per lei poter continuare gli studi e non perdere l’anno scolastico, confrontarsi con i suoi compagni a Ragusa, vedere come la loro preparazione all’esame e i loro timori fossero identici.

Adesso Francesca è tornata a casa, le terapie hanno avuto successo e quest’estate ha potuto festeggiare la maturità con la sua classe e i suoi professori.
Ha le idee chiare per il suo futuro, vuole iscriversi alla facoltà di Medicina o di Psicologia: proverà entrambi i test d’ingresso. Prima però sa di essersi meritata un bel viaggio, magari anche due: si concederà del tempo per scoprire nuovi luoghi e una nuova sé stessa.
Noi facciamo tutti il tifo per lei!

SOSTIENI LE NOSTRE ATTIVITÀ NELLE CORSIE DEL SAN MATTEO DI PAVIA

Lascia un commento

Torna su